Domenica 9 dicembre ore 15:00-19:00

Questo incontro è riservato esclusivamente alle donne. Sarà un tempo da dedicare a noi stesse e alla nostra elevazione, per poi andare ad elevare e nutrire tutto ciò che ci circonda.

Vibreremo insieme la shabad “So Purk“, una corrente sonora che ha il potere di proteggere ed elevare gli uomini delle nostre vite, dissolvere il nostro ego e condurci al nostro Sè autentico.

Yogi Bhajan ha insegnato che se una donna recita il “So Purk” per 11 volte al giorno, ha il potere di rendere ogni uomo un santo e di sciogliere qualsiasi negatività tra di loro.

Il “So Purk” è stato scritto da Guru Ram Das, il quarto Guru Sikh, la cui energia esprime Amore Incondizionato, Servizio e Grazia che guarisce il regno del Cuore e dell’Essere. Il “So Purk” crea perciò uno spazio sacro in cui la Grazia prevale, in modo da consentire alla grandezza dell’Anima di emergere.

Yogi Bhajan ha insegnato che esistono solo quattro poteri sulla Terra: il potere della preghiera; il potere della preghiera della madre; il potere della preghiera dell’amato/a; il potere della preghiera di una donna nobile.

E riguardo la donna ha detto: “La donna è il modellatore del tempo, il modellatore dello spazio e dell’uomo: l’uomo di domani – il bambino – l’uomo di oggi – il marito – e gli uomini di ieri – gli antenati. L’intera società, in teoria e in realtà, è basata sullo spirito della donna”.

Dopo la vibrazione del “So Purk” – dalle ore 18:00 in poi – seguirà la “Peanuts Hour“, un’altra pratica consigliata da Yogi Bhajan.
Riportiamo la testimonianza data da Hari Charan Kaur Khalsa e Sarbjit Kaur Khalsa sulla “Peanuts Hour” riportata nel testo “Io sono una Donna” edito dall’Associazione Yoga Jap:
“Al Khalsa Women’s Training Camp Yogi Bhajan ricordava sempre alle donne l’importanza del trascorrere del tempo a parlare insieme – di tutto. Ci diceva che nei villaggi in India, le donne si riunivano fuori, dopo che tutto il lavoro era stato fatto, mangiavano noccioline e parlavano, parlavano, parlavano. Le donne avevano sempre un gruppo di supporto. Questo legame aiutava a prevenire i problemi a casa, perchè gli uomini sapevano che le donne stavano parlando di ogni cosa. Il Women’s Camp diventava una “Peanuts Hour” estesa. Ci sedevamo e ridevamo, poi ridevamo ancora e, talvolta, piangevamo. Questo era un prezioso momento di guarigione per le nostre normali vite quotidiane. Nella società di oggi ad alta velocità, abbiamo bisogno di più “Peanuts Hour”, il riunirsi di sorelle e amiche in comunione e sostegno reciproco – funziona!”

Guiderà il “So Purk” Jagat Kaur.