Ossa di morto!

WhatsApp Image 2019-10-18 at 22.44.57

di Daniele Aragona

Halloween si avvicina e allora vi propongo una ricetta siciliana che, nella tradizione, i bambini ricevono dai loro antenati in occasione della commemorazione dei defunti.

Anche se gli ingredienti sono pochi, la preparazione è un pò articolata, però seguitemi perché l’effetto è bello! Verranno dei biscotti composti da due “fasi” di consistenza e colori diversi e, in particolare, avranno una superficie bianca croccante, quasi da confetto, e si conserveranno anche a lungo (…vogliamo crederci 😀 )

Ingredienti:

Ci serviranno 150 grammi di farina, altrettanti di zucchero; 4 centilitri (40 grammi) di acqua, 3 chiodi di garofano, mezzo cucchiaino di cannella e una decina di grammi di mandorle sbriciolate (facoltative).

Preparazione:

Mettiamo in un padellino l’acqua calda e ci versiamo lentamente lo zucchero mescolando fino ad ottenere un denso sciroppo. E’ meglio fare tutto con la fiamma spenta, perché non deve assolutamente bollire.

In un recipiente o su una spianatoia mettiamo la farina, la cannella e chiodi di garofano opportunamente spezzettati, e mescoliamo il tutto con lo sciroppo fatto prima, in modo da ottenere un impasto omogeneo e lavorabile.

Ora rotoliamolo per fare un salsicciotto di una ventina di millimetri di diametro e a questo punto…

Tagliamo vari tocchetti e diamogli la forma d’osso. Tradizionalmente devono essere femori, ma con un po’ di pratica ci si può sbizzarrire con teschi, dita, scheletrini o anche pipistrelli… insomma, a tema 😉

Suggerimento:

– per la forma di osso facciamo un piccolo salsicciotto lungo 4 centimetri, e facciamo un taglietto ad ogni estremità per “pizzicare” i lembi per arrotondarli;

– per i teschietti facciamo una pallina, la schiacciamo poco tra le dita per fare le forma degli zigomi, poi premiamo con il manico di una cucchiarella o qualcosa di simile per fare gli occhi e infine incidiamo la forma dei denti (come si vede in foto).

Adesso disponiamo le formine su di un vassoio con la carta da forno e mettiamole in un posto soleggiato. Si può usare una piccola serra o crearsene una di fortuna con una ciotola trasparente rovesciata, e inseriamo anche un bicchierino con del sale in modo che non si saturi di umidità. Se le condizioni sono buone i biscotti si seccheranno lentamente in 5 giorni e apparirà la tipica patina bianca in superficie.

 WhatsApp Image 2019-10-18 at 22.44.57

Ora sono pronti per essere cotti in un forno a 180 gradi per 10 minuti. Se vogliamo un effetto più “caramellato”, prima di infornare bisogna inumidire un po’ la base.

Ed ora ricordatevi di tenerne sempre qualcuno a portata di mano, onde evitare gli “scherzetti” delle streghette dispettose che busseranno alla vostra porta!

Buon Halloween!

WhatsApp Image 2018-12-29 at 12.32.57Daniele nasce a Roma negli anni ′80. Appassionato tanto di erbe selvatiche quanto di chimica, cucina e sopravvivenza, diventa vegano nel 2013. Passeggiando per boschi per isolarsi dal caos del quotidiano, approfondisce la sua curiosità per la natura iniziando ad “assaggiare” bacche e foglie riconosciute. Tra i suoi autori preferiti sicuramente Tito Lucrezio Caro. Ed è proprio nel “De Rerum Natura” che trova le basi della propria spiritualità. 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*